Mila

Roberto Bolle, la vita di un’étoile…

Roberto Bolle: la biografia

                                                 

Originario di Trino, un paese del basso vercellese, all’età di 12 anni entra alla Scuola di Ballo del Teatro alla Scala e grazie al suo grande talento viene notato da Rudolf Nureyev, che lo sceglie per interpretare il ruolo di Tadzio nell’opera La Morte a Venezia. Nel 1996 al termine di una rappresentazione di Romeo e Giulietta, viene nominato Primo Ballerino ed è qui che si moltiplicano i suoi impegni da protagonista sia in balletti classici che moderni. Interpreta molti ruoli per diversi coreografi di grande successo e collabora ancora con Nureyev, per La bella addormentata, Cenerentola, Don Chisciotte e Il lago dei cigni.

 

 

Viene quindi molto apprezzato sia in Italia che all’estero, dove ha occasione di danzare con grandi e prestigiose compagnie di balletto, come il Royal Ballet di Londra, il Balletto Nazionale Canadese, il Balletto di Stoccarda, lo Staatsoper di Berlino, il Teatro dell’Opera di Vienna, il Teatro dell’Opera di Monaco di Baviera, il Wiesbaden Festival, il Tokyo Ballet. Ha danzato con le più note ballerine classiche contemporanee, tra cui le italiane: Carla Fracci, Alessandra Ferri, Ambra Vallo. L’English National Ballet, diretto da Derek Deane, crea per lui due produzioni: Il lago dei cigni e Romeo e Giulietta, entrambe rappresentate alla Royal Albert Hall di Londra, mentre nel 2000 l’Opera di Vienna, crea per lui Ave Verum, su musica di Mozart. Spettacolare la messa in scena dell’Aida alle piramidi di Giza per il 10° anniversario dell’Opera del Cairo, cui segue quella all’Arena di Verona trasmessa in Mondovisione.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nel 1999 diventa Ambasciatore di buona volontà per l’UNICEF. Numerosi i premi e i riconoscimenti: nel 1999 riceve il Premio Gino Tani per il suo contributo alla diffusione dei valori della danza e del movimento, l’anno successivo gli viene conferito a Firenze il Premio Galileo 2000 con la consegna del Pentagramma d’Oro; sempre nel 2000 è invitato ad inaugurare la stagione del Covent Garden con Il lago dei cigni e al Teatro Bolshoi di Mosca per celebrare il 75° anniversario di Maya Plissetskaja alla presenza del presidente Putin, mentre in occasione del giubileo nel 2002 è invitato a danzare a Buckingham Palace al cospetto della regina.

 

 

Nell’ottobre 2002, al Teatro Bolshoi di Mosca, è protagonista del Romeo e Giulietta di Kenneth MacMillan; nel marzo 2003, al Covent Garden di Londra interpreta La bella addormentata mentre in luglio, in occasione dei festeggiamenti per il III centenario di San Pietroburgo, danza Il lago dei cigni al Teatro Mariinskij. Dal 2003 gli viene riconosciuto il titolo di Étoile del Teatro La Scala. Il 1° aprile 2004 in occasione della Giornata Mondiale della gioventù, balla sul sagrato di Piazza San Pietro al cospetto del Papa. Il 10 febbraio 2006 danza alla cerimonia di inaugurazione dei giochi olimpici invernali di Torino 2006, su una coreografia ideata da Enzo Cosimi.

 

Annunci

1 commento »

  1. Per una come me che ama la danza classica questo blog è fatto davvero bene.Posso trovare tutte le informazioni riguardo alla vita,agli spettacoli,alle iniziative di questo grande ballerino.Ben scelte anche le fotografie e ottima l’idea del filmato del belletto de “Il lago dei cigni”.

    Commento di serena | giugno 7, 2007


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: